Prove al vero, non solo simulazioni numeriche

PUSH ’O VER”

Progetto di ricerca per la verifica sperimentale al vero di moderne tecnologie antisismiche per il miglioramento di edifici in muratura.

SCOPRI DI PIÙ

Il progetto

La volontà è quella di non fermarsi alla simulazione numerica dell’analisi pushover (analisi di spinta) ma di vedere e toccare gli esiti di quella simulazione.

Come? Testando sul campo i benefici delle tecniche impiegate per il miglioramento sismico.

Il nome scelto per il progetto – con una licenza poetica anglo-napoletana – vuol dire “spingi davvero”, cioè spingi realmente.

3

I PARTNER DEL PROGETTO E SOGGETTI COINVOLTI

“Push ‘o ver” nasce dalla collaborazione delle tre società DOING Ingegneria, EAS Ingegneria e Di Emidio Progetti, impegnate da tempo nelle ricostruzioni a seguito di eventi sismici.

L’occasione di fare un test sul campo è arrivata: disponibile un edificio in muratura di due piani a Castel di Lama (AP) da demolire e ricostruire. L’edificio aveva subito danni nel corso della sequenza sismica iniziata ad agosto 2016 che ha interessato l’Italia centrale.

A dare seguito all’idea del progetto, diversi partner.

L’Impresa edile Gaspari Gabriele Srl di Ascoli Piceno, affidataria dei lavori di demolizione e ricostruzione, ha eseguito le attività in cantiere.

Fibre Net SpA di Pavia di Udine (UD) ha fornito sia il Sistema CRM – Composite Reinforced Mortar  per il miglioramento della struttura a fronte delle azioni sismiche che gli strumenti di misura per la valutazione dell’evoluzione del danneggiamento degli elementi strutturali.

La CMP Srl di Osimo (AN) ha messo a disposizione la struttura di acciaio di contrasto per la spinta.

L’Università di Camerino e l’ENEA hanno dato il supporto tecnico-scientifico al progetto, collaborando da tempo su diversi progetti di ricerca e attività sperimentali: con le loro dotazioni di laboratorio, si è esercitata la forza di spinta sull’edificio, monitorando la risposta nelle diverse fasi della prova e interpretando le misure raccolte.

Il progetto “Push ‘o ver” ha avuto il patrocinio dell’Ordine degli Ingegneri di Ascoli Piceno e del Comune di Castel di Lama.

La Regione Marche è stata coinvolta attraverso enti e istituzioni partecipanti al progetto.

Un breve estratto video che mostra il progetto Push ‘o ver dalle fasi iniziali al primo giorno di esperimento avvenuto il 13 gennaio.

LE FASI

FASE 0

Indagine, rilievi, demolizione e preparazione strutture

FASE 1

Messa in sicurezza di una porzione e consolidamento

FASE 2

Prove iniziali di caratterizzazione dinamica

FASE 3

Prove  di pushover con una struttura di spinta in acciaio

FASE 0

Campagna indagine e rilievi

Nelle fasi preliminari del progetto, indagini e rilievi hanno garantito i presupposti per un corretto svolgimento del test di spinta dal vero.

Demolizione e preparazione strutture e prove conoscitive in situ delle murature

La simmetria dell’edificio ha permesso di ricavare due porzioni quasi identiche rispetto alla struttura originaria tramite una demolizione controllata del vano scala. Questa azione ha permesso anche di fare prove conoscitive in situ (compressione diagonale e con martinetti piatti) sulle murature.

3

FASE 1

Messa in sicurezza di una porzione e consolidamento

Una porzione è stata ripristinata, ricucendo le lesioni formatesi durante gli eventi sismici.
L’altra è stata migliorata sismicamente con intonaco armato, applicato in maniera differente: su entrambe le facce dei muri portanti al primo livello e soltanto sulle facce esterne al secondo livello.

In entrambi i casi, gli orizzontamenti al primo piano sono stati consolidati e sono state realizzate strutture reticolari orizzontali in copertura, per garantire una ripartizione realistica delle azioni orizzontali.

Le masse della copertura sono state simulate posizionando alcuni serbatoi pieni di acqua.

3

FASE 2

Prove iniziali di caratterizzazione dinamica

Le prove iniziali di caratterizzazione dinamica sono servite per rilevare le vibrazioni ambientali e quelle prodotte dall’impulso di una massa di circa 1 tonnellata, lasciata cadere in prossimità della struttura da varie altezze.

I dati ottenuti hanno fornito informazioni sulle proprietà dinamiche delle due strutture in termini di frequenze proprie, forme modali e smorzamenti.

3

FASE 3

Prove pushover

Su entrambe le porzioni sono state eseguite prove di spinta fino al collasso, con una struttura di spinta in acciaio e simulando azioni sismiche orizzontali.

I risultati sperimentali saranno utili per validare le tecniche di miglioramento sismico messe in campo, valutando i benefici apportati rispetto all’edificio semplicemente ripristinato.
Il confronto tra i risultati sperimentali e quelli numerici forniranno indicazioni utili sulla validità dei modelli adottati a vantaggio delle future progettazioni di miglioramento sismico.

3

SUPERBONUS

Il progetto “Push ‘o ver” è un traguardo importante perché fornisce soluzioni estremamente convenienti per gli interventi di miglioramento sismico e possono diventare una opportunità da cogliere in ottica del Superbonus 110%.

Per avere informazioni, approfondimenti e notizie aggiornate sul progetto, puoi compilare la nostra form.

Seguici sul nostro canale YouTube

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI E SCARICARE IL MATERIALE

3

Seguici sui nostri social

ENEA

Regione Marche

Università di Camerino

Impresa Edile Gaspari Costruzioni

Fibre Net SpA

Comune di Castel di Lama

Ordine degli Ingegneri di Ascoli Piceno

 

 

    Sono un:

    Il tuo messaggio

    Acconsento al trattamento dei dati personali per le finalità di gestione del contatto e delle richieste che ne seguiranno indicate nell'informativa estesa della privacy policy